Riqualificazione del vano finestra

 

Trovandoti a dover ristrutturare una abitazione, qualcuno ti vende delle finestre capaci di risolvere varie problematiche. Sei certo che sostituendo le vecchie finestre con delle nuove ad alto risparmio energetico hai risolto i tuoi problemi di isolamento termo acustico e sei pronto a godere dei benefici economici  legati  all’investimento appena fatto? Oppure no…

Semplicemente non lo sai, e non hai la conoscenza per valutare quanto spesso questo beneficio auspicabile sia lontano dalla verità.

Per questo sto scrivendo questo articolo, per darti quegli spunti che ti consentano di avere competenza e per saper dare qualche buon consiglio ad un amico che affronta la tua stessa problematica.

Molto spesso l’investimento di sostituzione viene vanificato da una errata se non inesistente opera di riqualificazione del vano finestra.

Questa fondamentale azione valorizza o svilisce l’investimento fatto per l’infisso, esaltandone le qualità o disperdendole.

 

 

La  riqualificazione del vano finestra è un intervento che comprende  la coibentazione del cassonetto (sede di alloggiamento della tapparella); l’interruzione dei ponti termici passanti, come le soglie in marmo e le spalle laterali dei cassonetti; la sigillatura di punti di infiltrazione d’aria come la guida-cinghia superiore del cassonetto; altre operazioni specifiche.

Sostituire le finestre e non riqualificare il vano finestra significa perdere, in media, il  50% delle prestazioni del serramento e conseguentemente  del risparmio energetico e del confort abitativo e del vantaggio economico  che  avremmo dovuto ottenere da questo investimento.  

 

 

Riqualificare il vano finestra  è un intervento che dovrebbe essere  effettuato ancor prima di pensare di sostituire i serramenti. Inutile spendere tempo ed energie su finestre di alta qualità se non si pone attenzione anche al vano finestra che le ospita.

 

Cerca